Lucia Valentini Terrani

Scomparsa a soli 51 anni,  Lucia Valentini, nata a Padova il 28 agosto 1946, aveva studiato canto in Conservatorio perfezionandosi come mezzosoprano di coloratura.   Voce di rara bellezza, tecnica sopraffina, studio assiduo e meticoloso è stata un’esponente di spicco del repertorio rossiniano in particolare, di cui conosceva ogni segreto e con il quale colse grandiosi successi…

pertile

Aureliano Pertile

Le origini di Aureliano Pertile furono molto modeste: il padre Giuseppe faceva il calzolaio, mamma Maria Pesavento accudiva la povera casa di via San Zeno (oggi indicata da una lapide) ove il futuro tenore vide la luce il 9 novembre 1885,18 giorni dopo dell’amico e collega Giovanni Martinelli. Ebbe i primi contatti con la musica…

Giovanni Martinelli

  La carriera artistica di Giovanni Martinelli, sviluppatasi in gran parte presso il Teatro Metropolitan di New York, oltre che segnalarsi per la sua straordinaria longevità, si caratterizzò per l’eterogeneità del repertorio ed il costante caloroso consenso del pubblico e della critica. Nato a Montagnana il 22 ottobre 1885, esattamente 18 giorni prima del suo…

Amelita Galli

    Una fra le più famose soprano di “coloratura” di questo secolo è stata senz’altro Amelita Galli Curci (Milano 1882 – La Jolla California 1963) nota forse più negli Stati Uniti che in Italia, per aver militato a lungo presso il Teatro Metropolitan di New York. Vi fu colà chiamata infatti per continuare la tradizione…

Mario Del Monaco

    Con Del Monaco, morto il 16 ottobre 1982 a Mestre, all’età di 67 anni, scomparve non solo un grosso personaggio che, nei momenti del suo splendore vocale e artistico, aveva fatto ridestare antichi entusiasmi ormai assopiti negli appassionati della musica lirica, ma anche uno dei rarissimi esponenti della cosiddette “grandi voci”. La sua…

Edoardo Garbin

La storia di Edoardo Garbin, tenore padovano che trova il suo momento magico a cavallo del secolo, è quanto mai edificante e curiosa. Di umilissime origini (era uno stalliere) ed inizialmente grossolano nel gesto e nell’eloquio, approssimativo nell’esecuzione, freddo, quasi distaccato, seppe raffinare in continuazione la sua arte, sia vocalmente che scenicamente, tanto da farsi…