Artisti al Teatro Verdi

Biografie di artisti

 

Prossime iniziative

Iniziate ed eventi

 

Sostieni la lirica

Sostieni la Lirica

Home
Festa degli auguri 12 dicembre 2015 - Villa Italia -Padova

 

(L. Ripa) Sta diventando una simpatica consuetudine la cena/concerto organizzata dal Circolo della Lirica di Padova a Villa Italia in occasione degli auguri natalizi. Il concerto prevedeva arie di Rossini, Donizetti, Puccini, Verdi e J. Strauss affidate alle voci del soprano Silvia Celadin e dal  tenore Rodrigo Trosino. Della Celadin possiamo dire che è un gradevole usignolo dotato di buona presenza scenica e tecnica vocale molto adatta alle parti di soprano lirico/leggero. Avendo dato prova anche di buona conoscenza della lingua tedesca (J. Strauss), ci piacerebbe sentirla nel repertorio liederistico in cui sembra particolarmente versata (note di sala e conferma personale a fine concerto). Rodrigo Trosino  è dotato di una bella voce (quasi baritonale) particolarmente adatta al canto disteso (Granada), un po’ meno nei brani con tessitura sottile e quasi cameristica come Una furtiva lacrima.  Affinando ulteriormente la sua tecnica (è giovane, diamogli tempo) e con l’esperienza  che ci pare stia costruendo, può avere davanti a sé una bella carriera. Un plauso a parte lo dedichiamo volentieri al maestro Volpato, consolidata presenza dei nostri incontri, che ha molto bene interpretato le Variazioni su La ci darem la mano, dal Don Giovanni di Mozart scritte da Chopin quando aveva appena vent’anni, e Fantasia su Le nozze di Figaro di W.A.Mozart   composto da J. N. Hummel. Il concerto, sponsorizzato da Andrea Ancarani, consulente finanziario di Banca Mediolanum, si è concluso con l’immancabile cena dove (lo possiamo dire?) hanno brillato un ottimo risotto con funghi e formaggio e un guanciale di manzo brasato che il vostro cronista ha giudicato semplicemente squisito, mentre sui maccheroncini allo speck abbiamo registrato qualche riserva.

Leggi tutto...
 
Accademia di Canto 2016

 
12 dicembre 2015 Festa degli auguri

 

 
Parigi 13 novembre

 

 
Concerto lirico e pianistico Domenica 15 novembre

(Nicoletta Scalzotto) Domenica 15 novembre il giovane soprano lirico croato Nikolina Pinko ha regalato molte emozioni agli amanti del bel canto e in particolare delle opere di Bizet, Wagner, Gounod, Puccini, Lehar.  La bella voce, con estensione e agilità degni di nota, l’intensa interpretazione e la presenza scenica  hanno creato una atmosfera intima e ricca di colori musicali dando vita ad alcune indimenticabili figure femminili dell’opera. Il M° Alberto Boischio,  pianista di fama internazionale, ha accompagnato il soprano e condotto la presentazione del pomeriggio musicale, tratteggiando sapientemente le immagini delle eroine interpretate con maestria dalla Pinko:  da Micaela, la donna-angelo, Marguerite l’innamorata, sedotta e abbandonata, del Faust; alla pucciniana  Mimì con il suo  tragico destino; ha raccontato la bellezza, la gentilezza e la spiritualità di Elisabeth in Tannhäuser  e, ancora, la tragica storia di Manon Lescaut, la cortigiana virtuosa di Puccini… Boischio ha inoltre regalato al pubblico tre appassionate interpretazioni di grandi pagine pianistiche, Valse caressante e Notturno di O. Respingi e  Preludio e toccata di  R. Pick-Mangiagalli. Con calorosi e prolungati applausi, il pubblico numerosissimo che affollava Il salone  di Palazzo Zacco, ha manifestato l’appezzamento per gli artisti e l’entusiasmo per la loro esibizione. E’ stato un altro appuntamento nel segno della tradizione del nostro Circolo per apprezzare musica senza tempo, perfetta per emozionare, divertire e diventare la colonna sonora di un pomeriggio invernale trascorso tra amici.
 
Un turbine di voluttà chiamato Vedova allegra

Domenica 11 ottobre, nella elegante cornice di Palazzo Zacco Armeni, Anna Glavari e Danilo Danilovich hanno coronato il loro sogno d'amore salvando le casse del Pontevedro. In una parola, La vedova allegra ha trionfato! La celebre operetta di Franz Lehar ha infatti trovato una godibilissima esecuzione attraverso una felice formula di nuova drammatizzazione curata dal regista Marco Bellussi.
La sala del palazzo, allestita dallo scenografo Matteo Paoletti Franzato, e' diventata cornice perfetta alla nota vicenda della ricca ereditiera pontevedrina, mentre i sontuosi costumi di scena disegnati e confezionati da Carlos Tieppo hanno conferito eleganza e adeguata caratterizzazione ai singoli interpreti. Camilla Corsi e' stata una Glavari seducente. Perfettamente calata nel ruolo, ha dimostrato di padroneggiarlo con voce morbida, incrinata talora da qualche piccolo difetto di intonazione nel settore acuto. Andrea Zaupa, interprete del ruolo di Danilo, possiede uno strumento vocale assai rilevante e una buona presenza scenica.
Leggi tutto...
 
Sabato 10 e Domenica 11 ottobre 2015 - La vedova allegra

Scriveva Eugenio Montale che "La storia non è poi la devastante ruspa che si dice. Lascia sottopassaggi, cripte, buche e nascondigli. C’è chi sopravvive". E Anna Glavari, la conturbante Lustige Witwe di Franz Lehár è sopravvissuta ed è pronta a incontrare ancora il pubblico domenica 11 ottobre, h. 17.30 a Palazzo Zacco Armeni, Prato della valle, 82 Padova. Col dolce palpitar è la gustosissima pièce musico-teatrale, nella quale si ripercorre la vorticosa vicenda sentimentale di Anna Glavari e Il conte Danilo; vicenda sapientemente intrecciata alle vicissitudini di Valencienne, l’audace mogliettina del barone Zeta, e il diplomatico francese Camille de Rossillon. A condurci nelle atmosfere gioiosamente sofisticate della Francia di inizio '900 sarà il cancelliere Njegus, personaggio chiave della complicata vicenda economico /politico/sentimentale che fa da motore all'opera. Figlia dell'operà-comique francese, La vedova allegra, da quando andò in scena per la prima volta a Vienna nel dicembre del 1905, gode di ininterrotta fortuna; una fortuna dovuta a una combinazione perfetta tra commedia, colore musicale e celebri danze e al carattere apertamente sensuale ed erotico nella trama, che riporta al clima disinibito della Vienna di Freud e Schnitzler.
Leggi tutto...
 
Concerto 27 settembre a Palazzo Cornoldi - Venezia
di Leonardo Ripa - “Come è triste Venezia” cantava Charles Aznavour nella sua bellissima e struggente canzone tanti anni fa. Come è stata bella invece Venezia, per noi del Circolo della Lirica di Padova, domenica 27 Settembre, complice anche una giornata di sole e una temperatura frizzantina, ideale per una bella passeggiata.  La giornata è iniziata con una visita guidata al Ghetto ebraico, (un mondo sconosciuto ai più) nonostante una convivenza quotidiana),  alla scoperta dei diversi templi ebraici; diversi perché tante sono le etnie religiose, (ebraismo-askenaziti, sefarditi, levantini ecc.), diverse nei riti e nei costumi. Mettere ordine alle tante cose ascoltate da una preparatissima e brava guida, Roberta Favia, riesce difficile per chi scrive, ma provo a stilare una breve, non certo esauriente, sintesi delle informazioni sulla cultura religiosa ebraica. Le sinagoghe, o "scole", del Ghetto veneziano vennero costruite, tra la prima metà del 1500 e la metà del

1600 dai vari gruppi etnici; sorsero così le Scole ashkenazite Tedesca e Canton, la Scola Italiana, le Scole sefardite Levantina e Spagnola. Rimaste intatte nel tempo, malgrado alcuni interventi posteriori, queste sinagoghe testimoniano il valore del ghetto di Venezia, le cui altissime case, divise in piani più bassi della norma, dimostrano quanto fosse aumentata attraverso gli anni la densità della popolazione.
Leggi tutto...
 
Dal Masterclass e audizioni a Quadri da Così fan tutte - Teatro lirico 5 e 6 settembre

PADOVA – Di Athos Tromboni
Tutto d'un colpo, domenica 30 agosto 2015: audizioni per selezionare i cantanti lirici dei concerti e per selezionare gli idonei alla Masterclass che il Circolo della Lirica di Padova ha organizzato (quinta edizione) affidando le docenze al regista Stefano Vizioli e ad Alessandra Althoff Pugliese, insegnante di canto presso l'Università di Salisburgo, luogo quanto mai prestigioso per l'opera lirica.
La giuria tecnica, oltre che dai due docenti della Masterclass, era composta da Christophe Blugeon, direttore artistico Soirée Lirique Opera de Sanxay, Agostino Taboga regista, Nicola Simoni direttore d’orchestra, Nicoletta Scalzotto, presidente del Circolo della Lirica di Padova, e dal sottoscritto in qualità di giornalista e presidente dell'Uncalm. Al pianoforte sedeva, in qualità di maestro collaboratore, Marco Simionato. Si sono presentati una cinquantina di candidati provenienti da Italia, Usa, Cina, Giappone, Francia, Belgio, Svizzera, Croazia, Russia, Corea, Gran Bretagna, Scozia, Germania, Francia e il compito della giuria è stato quanto mai laborioso perché si trattava di scegliere intanto le voci più adatte per un repertorio concertistico a 360 gradi e poi quelle specificamente adatte per l'opera Così fan tutte di W. A. Mozart che, dopo la relativa Mastercalss, sarebbe stata realizzata come "quadri da..." che è formula consueta per mostrare al pubblico il risultato di un qualsivoglia  percorso di perfezionamento nel canto lirico. I "quadri da... Così fan tutte"  sono andati in scena, infatti in due appuntamenti organizzati dal Circolo della Lirica:  il primo è stato sabato 5 settembre a  Brugine e il secondo domenica 6 settembre a Palazzo Zacco Armeni a Padova.
Leggi tutto...
 
Quadri da Così fan tutte di W A. Mozart

È la fede delle femmine come l’Araba fenice: che vi sia ciascun lo dice, dove sia nessun lo sa!" Così fan tutte, o La scola degli amanti, è la terza e ultima delle tre opere buffe scritte dal genio salisburghese, dopo Le nozze di Figaro (1786) e Don Giovanni (1787), rappresentata a Vienna nel 1790, quasi al termine di quello che verrà poi definito come il noto decennio d’oro del grande compositore austriaco, poco prima della sua morte. L’opera continua a piacere anche oggi e il segreto della sua longevità è nella magia della musica mozartiana, nel raffinato gioco linguistico, nella storia arguta e intrigante di una scommessa pericolosa, raccontata con maestria dai versi di Lorenzo Da Ponte, che mette alla prova la saldezza dei sentimenti per rivelare tutta la fragilità dell’essere umano. Si tratta, infatti, di dramma brioso edificato su un divertente gioco di simmetrie e di scambio di coppie, ma è anche  un’opera straordinariamente complessa sul senso dell’amore e sulla fedeltà femminile. Sul palco un cast internazionale di 20 giovani artisti reduci da una settimana di preparazione/ formazione intensiva, ovvero della V edizione Masterclass internazionale per cantanti, registi e pianisti accompagnatori,sotto la guida di due prestigiosi maestri che hanno calcato i palcoscenici dei più grandi teatri d’Italia e del mondo, il regista Stefano Vizoli e la sign. Alessandra Althoff Pugliese, docente di canto presso la prestigiosa Universität Salzburg


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 25

Contatti

COME ASSOCIARSI
Presidente
Nicoletta Scalzotto
335 6303408
Vicepresidente
Simonetta Flaùto
349 8026146
Direttore Artistico
Marco Bellussi

Facebook

MASTERCLASS 2019

Bando It Masterclass 2019
Bando En Masterclass 2019

concerti PREMIO
borse di studio/
scholarship
ufficiostampa@circolodellalirica.it
+39 320 057 8485

Accademia di canto 2019

MARZO/GIUGNO 2019
docenti/teachers
A. Althoff
F. Cordeiro Opa
S. Vizioli
M. Bellussi

Bandi:
Academy for singers
BANDO/application form EN
BANDO/scheda iscriz. IT
Info+39 3200578485
artes.padova@gmail.com

Brani lirici

Ascolta Brani lirici tratti dalla discoteca privata del Circolo della Lirica di Padova play

Dalla romanza d'opera al FoxTrot italiano  (2) 1_Concerto_amicizia_23_11_2012 (5) Premio alla carriera Sara Mingar Mingardo (2) Elio e il nostro ospite alla Trattoria al Prato concerto_11_gennaio_2015 (5) concerto 8 marzo 2015 (32) La Serva Padrona_9_07_2014   (22) Il Provino - 13  novembre 2016 (19) Nella testa ho un campanello_ 22_09_2014 (37) vienna_18_20_12_1 (70)

chi è on line

 39 visitatori online

Cerca


www.yoursite.com
Circolo della lirica